Cos'è la piattaforma

Che cosè la Piattaforma delle Conoscenze ?

La Piattaforma delle Conoscenze (PDC) è uno strumento di condivisione delle conoscenze (knowledge management) realizzato per raccogliere, capitalizzare e condividere soluzioni nel campo della tutela dell'ambiente o nella lotta ai cambiamenti climatici.

La Piattaforma è stata creata dal Ministero della Transizione Ecologica ed è al centro delle iniziative della Linea di intervento LQS del Progetto Mettiamoci in RIGA - Rafforzamento Integrato Governance Ambientale finanziato dal Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità istituzionale 2014-2020 (CCI 2014IT05M2OP002 Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

 

A chi è rivolta?

La Piattaforma delle Conoscenze è rivolta alle amministrazioni pubbliche che ricoprono un ruolo chiave nella governance ambientale o nella lotta ai cambiamenti climatici che programmano interventi di tutela ambientale, offrendo metodi, tecniche e modelli già sperimentati a livello locale e potenzialmente replicabili.

Allo stesso modo la diffusione delle buone pratiche può interessare anche il mondo produttivo e la Piattaforma può venire incontro alle esigenze del sistema delle piccole e medie imprese attraverso la condivisione delle modalità di implementazione di soluzioni eco innovative in un determinato settore.

 

Che cosa contiene?

La PDC contiene oltre un centinaio di schede tecniche su soluzioni che, garantendo il raggiungimento degli obiettivi, sono considerate buone pratiche. Si tratta di procedure, tecniche e metodologie che sono state testate con successo da progetti che hanno impresso un reale miglioramento alla gestione di complessi problemi ambientali. Le buone pratiche della Piattaforma sono il risultato di anni di attività di dimostrazione in campo svolta dai responsabili di progetti finanziati in Italia dalla Commissione europea attraverso Programmi comunitari come LIFE, Horizon 2020, CIP (Programma Competitività e Innovazione) e il Settimo Programma Quadro per la Ricerca (FP7).

All’interno della PDC è disponibile la collezione documentale (manuali, linee guida, piani, ecc.) dei progetti, che si può scaricare in formato Adobe pdf, dove viene mostrato il modus operandi che consente di adottare ed implementare la buona pratica.

Le schede tecniche sono state raggruppate per settore tematico (rifiuti, natura e biodiversità, acqua, ambiente urbano, clima, energia, suolo e uso efficiente delle risorse).

 

Qual è l’obiettivo?

La Piattaforma delle Conoscenze ha come principale obiettivo quello di facilitare l’accesso alle buone pratiche contribuendo a trasferirle a coloro che sono alla ricerca di una soluzione già testata, prontamente cantierabile ed implementabile dalle autorità pubbliche (Amministrazioni centrali, Regioni, Enti Locali, Enti di ricerca, Parchi, Università) o dal sistema produttivo. Tutto ciò nell’ottica di migliorare l’efficacia dell’utilizzo dei finanziamenti pubblici ed aumentarne l’impatto.

La Piattaforma consentirà di tenersi al passo sui sistemi e le tecnologie ambientali in determinati settori chiave.

 

I Focus della Piattaforma delle Conoscenze:

  • Complementarietà: rendere effettivo l’uso ottimale dei fondi e dei finanziamenti dell’Unione Europea, nei settori della tutela dell’ambientale e dell’adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici, massimizzando l’impatto e l’efficienza dei finanziamenti pubblici dell’Unione attraverso i programmi a gestione diretta ed indiretta ed evitando il rischio del doppio finanziamento.
  • Sinergia: evitare che gli investimenti siano fine a sé stessi, ma abbiano invece un maggiore impatto ed una sostenibilità nel tempo. In questo senso sinergia significa anche ampliare l’impatto dei finanziamenti.
  • Condivisione: grazie alle conoscenze tecniche e agli strumenti ad hoc prodotti dai progetti raccolti nella Piattaforma, coloro che intendono realizzare interventi di tutela ambientale, non sono obbligati a partire da zero. Utilizzando l’esperienza e le competenze tecniche di coloro che hanno sviluppato la buona pratica sono in grado di evitare gli errori iniziali e di raggiungere più efficacemente l’obiettivo finale.
  • Suggerire i fondi e gli strumenti finanziari attivi per l’implementazione della buona pratica.
  • Networking: Favorire il Networking con le reti tematiche e le piattaforme esistenti.
  • Comunicare: alzare il livello di attenzione del grande pubblico sull'esistenza, nel nostro territorio, di soluzioni nel campo della sostenibilità per evitare che l'ambiente sia visto come un problema anziché come un'opportunità.
  • Ispirare aggiornamenti della normativa di settore.
  • Favorire partnership pubblico – private.