Natura: Toscana e Lazio sottoscrivono protocolli con il Ministero su replicazione buone pratiche, in corso affiancamenti

Sono Toscana e Lazio le prime due Regioni a essere entrate nella fase di affiancamento prevista dal Progetto Mettiamoci in RIGA (linea LQS) del Ministero della Transizione Ecologica per la replicazione di buone pratiche in campo ambientale. L’attenzione delle due amministrazioni è andata su tre progetti LIFE T.E.N. (Trentino Ecologica Network) per la Toscana, LIFE RI.CO.PRI. e LIFE PRATERIE per il Lazio. L’impegno concreto ad avviare le attività è stato sancito negli scorsi mesi dalla firma di due protocolli con il Ministero dell’Ambiente, oggi Ministero della Transizione Ecologica, nei quali si stabiliscono gli obiettivi della collaborazione e gli impegni delle parti per il raggiungimento di risultati misurabili.

La Toscana ha guardato con interesse all’esperienza di LIFE TEN “Trentino Ecological Network: a focal point for a Pan-Alpine Ecological Network”, scegliendo in particolare di riutilizzare l’esperienza progettuale per replicare la struttura di una banca dati unitaria faunistico-floristica: da qui la firma di un protocollo con il Ministero e con il Museo delle Scienze di Trento, per trasferire alle strutture regionali in fase di affiancamento tutte le informazioni tecniche. L’obiettivo è replicare anche in Toscana la struttura della banca dati, che nella zona pan-alpina è servita a monitorare il grande patrimonio faunistico e floristico dei siti della Rete di Riserve. Le attività di sviluppo sono in fase avanzata.

La Regione Lazio ha deciso di replicare i modelli di Piano di pascolo sviluppati nell’ambito di LIFE RI.CO.PRI e LIFE PRATERIE. Il primo è il progetto di ripristino e conservazione delle Praterie aride dell’Italia centro-meridionale, realizzato nei territori della Città metropolitana di Roma ricadenti nei Comuni di Capranica Prenestina e di Cerreto Laziale, ma anche nelle cosiddette “Dolomiti di Pietrapertosa” in Basilicata all’interno del Parco naturale Regionale Gallipoli Cognato Dolomiti Lucane: il progetto prevede un insieme di azioni di conservazione per tutelare gli habitat delle praterie aride attraverso una razionale gestione delle attività agro-pastorali ed è per questo che molti degli interventi previsti sono stati affidati direttamente agli allevatori locali. LIFE PRATERIE realizzato nel territorio del Parco Nazionale del Gran sasso e Monti della Laga, ha realizzato azioni per la conservazione delle praterie e dei pascoli nel territorio del Parco dal valore naturalistico eccezionale e la stesura di Linee guida per la disciplina delle attività di pascolo mediante un processo partecipativo con le comunità locali.

L’azione di affiancamento in corso è l’esito di un percorso di conoscenza ed approfondimento, mediante seminari e visite di studio nei territori interessati coinvolgendo gli uffici tecnici delle Regioni a cui sono rivolte tali iniziative: il prossimo passo sarà stilare un piano operativo di replicazione che il Ministero fornirà alle Regioni che hanno aderito al percorso firmando il Protocollo di intesa, entrando quindi nella fase di adattamento delle buone pratiche. La linea LQS del progetto “Mettiamoci in RIGA”, progetto realizzato a valere sul PON Governance 2014-2020 per incrementare la capacità di governo multilivello in campo ambientale, prevedrà nelle prossime settimane la firma di ulteriori protocolli e azioni, tutte mirate alla replicazione delle oltre 150 buone pratiche presenti sul sito della Piattaforma delle Conoscenze.

Logo Progetto METTIAMOCI IN RIGA