Aggiornati i Criteri Ambientali Minimi per veicoli adibiti al trasporto su strada

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 157 del 2 luglio 2021, il decreto 17 giugno 2021 del Ministero della Transizione Ecologica “Criteri Ambientali Minimi per l’acquisto, leasing, locazione, noleggio di veicoli adibiti al trasporto su strada”. 
Il provvedimento rivede ed aggiorna i Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l’acquisizione dei veicoli adibiti al trasporto su strada, contribuendo al contenimento delle emissioni di inquinanti dei veicoli e di altri impatti ambientali lungo l’intero ciclo di vita.
Il Decreto appena pubblicato, stabilisce i CAM per le seguenti forniture e servizi:

  • acquisto, leasing, locazione, noleggio di veicoli adibiti al trasporto su strada;
  • acquisto di grassi ed oli lubrificanti per veicoli adibiti al trasporto su strada;
  • servizi di trasporto pubblico terrestre, servizi speciali di trasporto passeggeri su strada, servizi di trasporto non regolare di passeggeri, servizi di trasporto postali su strada, di trasporto colli, di consegna postale, di consegna colli e per l'acquisizione dei veicoli e dei lubrificanti nei servizi di raccolta di rifiuti.

Le specifiche tecniche per le diverse categorie considerate, in coerenza con gli obiettivi della Direttiva 2019/1161/UE “Modifica alla direttiva 2009/33/CE relativa alla promozione di veicoli puliti e a basso consumo energetico nel trasporto su strada”, includono soglie minime di acquisto/locazione/noleggio e leasing di veicoli “puliti”.
I Criteri Ambientali Minimi per la fornitura di veicoli adibiti al trasporto su strada incentivano applicazioni di soluzioni del tipo “prodotto come servizio” per ridurre il consumo di materiali grezzi, considerano carburanti alternativi sostenibili per il trasporto e mirano a ridurre rifiuti e inquinamento.
I CAM, che entreranno in vigore 120 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto nella Gazzetta Ufficiale, prevedono criteri premianti volti a: 

  • valorizzare i veicoli con materiali plastici riciclati e plastiche bio-based, a condizione che anche la materia prima di origine naturale sia anch’essa positivamente valutata per i suoi impatti ambientali e sociali, al fine di ridurre la dipendenza dai combustibili fossili; 
  • valorizzare l’ecodesign degli accumulatori per la trazione dei veicoli elettrici al fine di renderli più efficienti e recuperabili, nonché premiare la pratica effettuata da parte dei produttori volta sistematicamente al riciclo delle batterie esauste come accumulatori di energia stazionaria rinnovabile oppure al recupero dei metalli degli accumulatori esausti.
     
Tram e auto su una strada di Roma